Il Gadget giusto

Ricevere un gadget, si sa, fa sempre molto piacere ai clienti, perché si sentono messi al centro dell’attenzione e quindi percepiscono il regalo, come un segno di stima nel loro confronti.
Il gadget è sicuramente la migliore forma di pubblicità che un’azienda possa fare, non solo per ringraziare i clienti di averla scelta ma anche per fidelizzarne dei nuovi.

Premesso ciò, cosa si aspetta il cliente? Ovvero qual è il gadget giusto da regalare?
Non esiste un prototipo di gadget che vada bene per tutti! Il mercato dell’oggettistica è molto ampio, ma i gadget non sono tutti uguali e non riscontrano lo stesso successo.

Se è vero che chi riceve il regalo è sempre contento, è altrettanto vero che se l’oggetto regalato è inutile o di scarsa qualità, finirà per essere cestinato in breve tempo.
Con quale risultato? Non solo il cliente non sarà più soddisfatto ma addirittura si ottiene l’effetto opposto a quelle che era lo scopo iniziale, ovvero una pubblicità negativa.

Ecco cosa vuole un cliente da un gadget

Cosa si aspetta dunque un cliente da un gadget? Ci sono tre elementi fondamentali che sicuramente fanno la differenza:

  1. La qualità dell’oggetto regalato: anche se il gadget è in realtà un piccolo dono, spesso di poco valore, questo non significa che deve essere di scarsa qualità o peggio che si distrugga in poco tempo. Proprio per l’alto valore simbolico che il cliente gli dà, il gadget deve rappresentare appieno l’azienda che lo regala anche in termini di solidità ed eccellenza. Pertanto la scelta dei materiali (sia che si tratti di oggetti in plastica, vetro o stoffa…) deve essere fatta con cura e senza puntare solo sul risparmio a discapito della qualità.
  2. L’utilità: questo è un concetto fondamentale per un cliente. Un gadget inutile, che non ha nessun uso preciso, verrà cestinato in breve tempo e quindi lo scopo per cui è stato regalato, resta pressoché nullo. Quante volte ti sarà capitato di ricevere degli oggetti inutili? E quante volte li hai buttati nella pattumiera? Ecco, questa è la principale modalità di riciclo di un gadget che non serve a nulla.
  3. L’estetica: assieme alla qualità e all’utilità, quello dell’estetica è un elemento importante. Un gadget deve anche appagare la vista e quindi essere bello o almeno gradevole nell’aspetto. Che si tratti di un portachiavi, di una penna, di un blocknotes o altro, l’oggetto regalato deve avere un bell’aspetto, tale che il cliente deve essere fiero di portarlo con se ed esibirlo.

Europence: abbiamo noi il gadget giusto per i tuoi clienti

L’insieme di questi tre elementi, estetica, utilità e qualità dei materiali, fanno di un semplice gadget il regalo giusto che ogni cliente si aspetta di ricevere.
E tu stai pensando di acquistare dei gadget per la tua azienda? Non affidarti al caso, ma punta sulla professionalità che solo noi di Europence, possiamo garantirti.

Tante proposte di gadget e di personalizzazione dei regali, con un team di professionisti pronti ad assisterti e consigliarti nella scelta.
Cosa aspetti? Contattaci per conoscere da vicino le nostre proposte di gadget.

Altri articoli

"" Aggiunto alla lista dei desideri